mercoledì 3 febbraio 2010

Danza, sento già che il dolore avanza...

Premessa: il titolo del post è una strofa di una canzone. Chi la indovina, senza far ricerche in internet, beninteso, si merita un gelato (o una cioccolata visto il clima).
Indovinello: che ci facevano la sottoscritta e la ciosa Co stasera a una lezione di danza jazz? Beh, alcuni buoni motivi li avevamo:
1) Meg ci ha invitato con convinzione e quando una cara amica ti invita a fare qualcosa di bello e, a prima vista, non pericoloso, si accetta volentieri;
2) Non so Co, ma io - come detto - non entro più nei pantaloni, nemmeno in quelli della tuta, riesumati dal fondo dell'armadio, e bisognerà prendere qualche provvedimento.
Purtroppo ho constatato, ancora una volta, che sono donna di pensiero (sebbene poco e confuso) e non d'azione. O meglio, che pensiero e azione non si coordinano tra loro. Così, mentre Meg volteggiava e Co le teneva dietro con dignità, io ancora non avevo capito come si faceva il primo passo.
D'altronde perchè stupirsi? Dalle elementari alle superiori, ad ogni cambio di insegnante di ginnastica, mio padre si affannava a spiegare che io ero davvero così imbranata e non facevo apposta. Però, devo ammettere che non avere più 15 anni ha i suoi vantaggi: mi vergogno sempre come una ladra, ma non devo più temere brutti voti nè i commenti feroci delle compagne di classe.
Continueremo? Abbiamo due settimane per pensarci. Se continueremo, temo vi toccherà subire di nuovo le nostre prodezze.
Per ora vi saluto - e saluto il nostro primo sostenitore: adesso ho capito chi è! - E provo ad alzarmi, prima che i muscoli risvegliati dopo anni d'inattività si ribellino e mi inchiodino qui fino a domattina.
Baci scoordinati!

3 commenti:

sommasimo ha detto...

Cri, ti ricordi quando io e te volteggiavamo come due trichechi davanti alla prof di ginnastica al suono di "We are the champion"?
Uah,uah,uah!

Cri ha detto...

Mi ricordo, mi ricordo. Ci eravamo rifiutate di esibirci in pubblico ed eravamo andate a scuola apposta al pomeriggio: una scena pietosa. Però il nastro aveva il suo fascino. Per non parlare della colonna sonora!

chiara ha detto...

Complimenti e in bocca al lupo per la vostra impresa!! Se continuate, mi piacerebbe assistere alle vostre prodezze (come spettatrice, naturalmente..)!!
Bacioni e a presto!